Arrow left
Torna alla sala stampa

La PSD2 spinge le banche a valutare la potenziale cooperazione con le soluzioni FinTech

Avete mai sentito Bill Gates dire "Le banche sono necessarie, le banche no"?

Il fondatore di Microsoft l'ha detto negli anni '90 e sembra che la sua opinione sia ancora più rilevante oggi come oltre 20 anni fa.

Anche se il primo sistema di pagamento elettronico è stato fondato nel 1994, c'è ancora spazio per impressionanti miglioramenti nelle modalità di pagamento online.

In breve, è probabile che ricorderete il settembre 2019 come il momento in cui le banche hanno perso la loro carta di monopolio a causa della piena attuazione della PSD2 (Revised Payment Service Directive).

E sì, se non seguite attivamente ciò che sta accadendo nel settore bancario, siamo qui per fornirvi le notizie più interessanti in modo semplificato. Senza ulteriori indugi, entriamo nel vivo.

La PSD2 e il suo scopo

Prima di passare al numero 2, ecco un breve riassunto della PSD1:

Nel 2007, la PSD1 ha introdotto il concetto di "istituto di pagamento", che è alla base delle società che possono elaborare i pagamenti ma non accettare i depositi dei clienti, come fanno le banche. Pensate a PayPal e avrete un'idea.

Inoltre, è nato il concetto di SEPA (Single Euro Payment Area). La combinazione di entrambi i concetti ha aperto le porte a diverse soluzioni FinTech come WestStein.

Ora, a più di 10 anni dal futuro, la PSD2 sta raggiungendo un obiettivo più alto: l'open banking.

Ciò significa che le banche dovranno consentire a terzi autorizzati di accedere direttamente ai loro dati tramite API (Application programming interfaces). Questo importante passo mira a rendere più sicuri i pagamenti elettronici e ad ampliare l'ecosistema dei servizi finanziari.

Ecco come la PSD2 influenzerà i vostri pagamenti online

Oggi i vostri pagamenti online passano attraverso intermediari, come reti di pagamento (Mastercard, Visa ecc.) o servizi di elaborazione dei pagamenti (PayPal ecc.). Ogni passaggio aggiuntivo aggiunge un'ulteriore tassa all'acquisto iniziale e aumenta il rischio di attacco hacker ai vostri dati.

Tuttavia, con la PSD2, il commerciante scelto, ad esempio Amazon, avrà un accesso limitato al vostro conto corrente bancario o non bancario dopo che gli avrete dato l'autorizzazione. Di conseguenza, evitano spese di intermediazione aggiuntive e possono offrirvi prezzi più bassi e un'esperienza di acquisto più sicura.

Inoltre, verranno creati gli AISP (Account Information Service Provider), che vi permetteranno di visualizzare tutti i dettagli dei vostri conti correnti bancari e non bancari in un unico portale.

La PSD2 è stata discussa anche durante il 5° forum annuale sui pagamenti

Mentre voi e la maggior parte della società siete i beneficiari della PSD2, alle banche restano principalmente due opzioni, per salvare la loro base di clienti dal passaggio a nuovi concorrenti:

  1. Investire pesantemente per migliorare i propri sistemi
  2. Integrare soluzioni FinTech in outsourcing

Come molti partecipanti hanno discusso durante il 5° forum annuale sui pagamenti, la prima opzione causa ovviamente un grosso mal di testa a tutti i banchieri, perché si traduce in un problema molto costoso.

Ad esempio, Lloyds Banking Group ha recentemente annunciato di voler effettuare un nuovo investimento di 3 miliardi di sterline per migliorare le proprie capacità digitali e competere con altre banche sfidanti e FinTech.

Non c'è da stupirsi se già il 62% delle banche europee investe in software per i servizi finanziari e in tecnologia normativa, secondo la European Banking Federation.

WestStein mira ad aiutare le banche e a ridurre l'esclusione finanziaria

Come avrete sentito nelle ultime notizie, le principali aziende di rimesse di denaro del Regno Unito hanno già scelto i servizi aziendali WestStein come soluzione per le loro operazioni.

Tuttavia, l'amministratore delegato di WestStein, Theodore Blik, ha una visione più ampia delle FinTech come soluzione per circa 130 milioni di europei finanziariamente esclusi, di cui ha parlato nella sua presentazione durante il forum sui pagamenti.

In altre parole, introdurre servizi e prodotti finanziari alternativi non bancari alle persone che non hanno accesso alla banca per vari motivi:

  • Scarsa storia creditizia
  • Diffidenza nei confronti delle banche
  • Essere un non residente
  • Mancanza di alfabetizzazione finanziaria
  • Conti bancari troppo costosi
  • Mancanza della documentazione necessaria
  • Istituti finanziari troppo lontani
  • Disoccupazione o reddito non ufficiale

L'elenco continua e il team di WestStein vi incoraggia, come individui o istituti finanziari, a unire le forze e a essere parte della soluzione, anziché del problema.

Se questo articolo vi è stato utile, apprezzerete le prossime novità.

Restate sintonizzati iscrivendovi alla nostra newsletter!